giovedì 5 dicembre 2013

Senz'anima


Senz’anima

Ti guardo, lì seduto
con la testa tra le mani
senza la forza di reagire
e di raccogliere la sfida.
Ti guardo, quasi immobile
piangere le tue lacrime
vissute con disperazione
immerso nel tuo dolore.
Ricordo e ti ho visto
cercare consolazione
annegare i pensieri
bere sino a stordirti.
Ricordo e ti ho visto
distruggere casa
allontanare gli amici
rifiutare mani tese.
Ed ora che sei solo
senza il tuo sorriso
senza un suo sorriso,
 dovrai sopravvivere.
Ed ora che sei solo
tra le strade del tempo
ascolterò la tua voce
supplicare il perdono.
Tu lo sai, che è finita
che non hai il coraggio
di guardati dentro
di scoprirti svuotato.
Tu lo sai, che è finita
perché io sono l’anima
e tu, solo quel che avanza
di un corpo, di un uomo.

© Max 05.12.2013

lunedì 23 settembre 2013

Quell'Amore



Quell’Amore

Rompere gli indugi e tornare a viverlo
ancora una volta, l’ultima volta
scacciando le ombre e il consacrato silenzio
dove si è allo stesso tempo, vittime e carnefici.
Aprir le finestre a luminosi raggi di sole
per veder brillare quegli specchi
gli stessi che riflettevano cauti
la bellezza dei tuoi seni.
Accarezzare i vecchi cuscini
e le lenzuola polverose
che un tempo accolsero
corpi abbracciati nel darsi.
Rovistare in pianto, ogni armadio
ogni cassetto della casa
desiderando trovare ancora
tra frammenti di cose, il Tuo profumo.
Dar vita ad un nuovo concerto
riascoltando la Tua voce
vibrare nel più bel canto
che la mente non sa scordare.
Ma al ricordo mancano l’anima ed il corpo
così infine, serenamente ti porgo la mia vita
mentre a mani giunte, in preghiera supplico
raccogline lo spirito per ricondurlo a Te.

© Max 23.09.2013

giovedì 9 agosto 2012

Il disegno del vento



Il disegno del vento

Non hai idea
di come brucia
piano e man mano
questo mio essere
mentre tutto sembra
serenamente altra cosa.
Non puoi immaginare
quanto poco basti ormai
a questo mite silenzio
per ridurre tutto in cenere
in un contesto semplice
privo colpe e scuse.
Ancora innamorato
del vento di questa vita
che soffia sabbia negli occhi
asciugando ogni lacrima
guardo spegnersi il giorno
abbracciando la notte.
Così, pur cautamente
senza indurre disturbo
svolgo il lento programma
con consapevole cura
e vedrai, non mancherà nulla
nel mosaico della verità.


© Max 08.08.2012

martedì 13 marzo 2012

Come l'aria


Come l'aria

La notte insonne
è quasi trascorsa,
l’invadente rabbia
ha sciupato le ore
bruciando ricordi
immagini e voci.
Il primo filo di luce
impertinente filtra
dal vetro opaco
dove ancora ribalza
il respiro pesante
dell’inutile attesa.
Lentamente, svanisce
la tensione dal volto
e già prende forza
la responsabile scelta
di riaprir le finestre
e cambiare l’aria.
© Max 13.03.2012